Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Ma non dovrà ripetersi, aggiungono i giudici

Consulta: respinto per inammissibilità il ricorso del Pd sulla manovra di bilancio


Consulta: respinto per inammissibilità il ricorso del Pd sulla manovra di bilancio
10/01/2019, 18:55

ROMA - La Corte Costituzionale ha respinto il ricorso presentato dal gruppo parlamentare del Pd che chiedeva la dichiarazione di incostituzionalità della manovra di bilancio. La richiesta era motivata dal fatto che la compressione dei tempi imposti dalla maggioranza è stata tale da impedire ai parlamentari di esercitare i doveri che la Costituzione gli impone. 

Secondo la Corte Costituzionale, però, è stata proprio la compressione dei tempi, causata dal combinarsi dei vincoli europei, dei vincoli costituzionali e dell'obbligo di chiudere l'approvazione della legge entro il 31 dicembre a creare una situazione anomala ma non contraria alla Costituzione. Tuttavia, proprio perchè si è trattato di una circostanza particolare, i giudici chiariscono che non dovrà verificarsi mai più. 

Però la Consulta dà una importante informazione: il singolo parlamentare può rivolgersi alla Corte Costituzionale, nel caso in cui ci siano violazioni gravi e manifeste delle prerogative che la Costituzione attribuisce loro. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©