Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Ma potrebbero essere centinaia le donne contagiate

Contagiò con l'AIDS l'ex moglie e la compagna, condannato a 16 anni


Contagiò con l'AIDS l'ex moglie e la compagna, condannato a 16 anni
14/03/2019, 16:35

ANCONA - Il Tribunale di Ancona ha condannato a 16 anni e 8 mesi di reclusione Claudio Pinti, per lesioni gravissime e omicidio. L'uomo, infatti, benchè colto dal virus HIV, ha continuato a fare sesso senza protezione e senza informare le partner, contagiando l'ex fidanzata e la compagna. Infatti Pinti ha dichiarato più volte che l'AIDS non esisteva e quindi non riteneva di dover prendere precauzioni. In realtà è una condanna che non potrà essere scontata facilmente, dato che Pinti è in un letto di ospedale proprio a causa dell'AIDS. 

Il giudice ha anche deciso una serie di risarcimenti per la compagna (l'ex fidanzata è morta due anni fa, a causa dell'AIDS) e per i familiari delle due vittime. Risarcimenti provvisori per 525 mila euro, ma tutti potranno rivolgersi in sede civile per avere un risarcimento completo. In totale erano stati chiesti 7,5 milioni di euro di risarcimento. 

Ma si teme che possano essere molte di più le donne contagiate. Infatti, Pinti non era esattamente una persona fedele alla partner e potrebbe aver contagiato ogni donna con cui ha fatto sesso. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©