Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La denuncia shock di una sedicenne, arrestati 5 uomini

Contattata via chat, subì abusi e fu costretta a prostituirsi


Contattata via chat, subì abusi e fu costretta a prostituirsi
08/11/2010, 22:11

Cinque uomini, di età compresa tra i 38 ed i 58 anni, saranno processati al tribunale di Bologna per induzione alla prostituzione ed abuso sessuale su minore.
La terribile storia, raccontata dopo anni di violenze, minacce e costrizioni, risale al non troppo lontano 2002. Protagonista una ragazzina che all'epoca aveva appena 16 anni  e che, contattata su di una chat da un 48enne, in un primo momento si limitò a rendere alcune sue foto; poi, dopo qualche altra chiacchierata virtuale, accettò le insistenti richieste di incontro dal vivo. Una situazione economica precaria ed una famiglia che sul Corriere viene definita "complessa", fecero il resto e lasciarano l'adolescente in balia dell'ultrquarantenne e di altri quattro uomini senza scrupoli.
In cinque, fino al 2003, incontrarono la ragazza in appartamenti privati ed ebbero rapporti con lei, anche in gruppo, pagandole dai 50 ai 100 euro a prestazione. Due degli aguzzini, quando la vittima compì 18 anni, decisero anche di portarla in diversi locali per scambisti. Entrata in un vortice dal quale sembrava non poter più uscire, la ragazza riuscì però ad instaurare un rapporto sentimentale autentico che  le diede la forza di ribellarsi. Dopo aver subito minacce fisiche e verbali, arrivò la decisione di denunciare tutto alle autorità. Era il 2009 e la giovane cominciò anche a seguire un percorso di supporto psicologico. 
Gabriella Tavano, pm titolare dell'indagine, ha trovato quasi subito dei riscontri certi che confermano la veridicità dei racconti della ragazza. Per i cinque uomini catturati (tutti comunque incensurati) pendono le accuse a vario titolo di induzione e favoreggiamento della prostituzione minorile e produzione di materiale pedopornografico.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©