Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ultimo contatto, un sms automatico “Chiama ora”

Continuano le ricerche dell’aereo su cui viaggiava Missoni


Continuano le ricerche dell’aereo su cui viaggiava Missoni
06/01/2013, 10:06

ROMA - Ore di attesa e di ansia per Vittorio Missione e consorte. Dopo la scomparsa della coppia che viaggiava insieme ad altri due coniugi italiani in Venezuela, dell’aereo su cui erano a bordo non si ha più traccia. Stando alle dichiarazioni dell’aviazione civile venezuelana, le ricerche non sono state interrotte nelle ore notturne, ma sono continuate anche attraverso le imbarcazioni. Si cerca nelle acque  al largo di Los Roques e, come prevede la normativa, le indagini non termineranno fino a sette giorni. Aerei civili, motoscafi della guardia costiera, oltre a due elicotteri Mi-7 e uno Da-42,  circa 80-100 uomini disposti in una vasta area di mare, sono stati messi a disposizione per fronteggiare l’emergenza. Adesso, le ricerche si dirigono più ad ovest di Los Roques: “Le correnti si spostano da est a ovest e nel caso in cui ci fosse qualche oggetto è probabile che emerga in quella direzione”, si sono espressi gli esperti. Intanto, ci si aggrappa al messaggino inviato dal cellulare di Guido Foresti. Ovvero un sms automatico, partito dal telefono dell’imprenditore e destinato al figlio: "Chiama ora. Sono raggiungibile". Tale messaggio è l’unico contatto prima del buio più totale.

 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©