Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'associazione Oceanus accusa: "Percolato nell'ex sito"

Contrada Pisani, chiesta riapertura delle indagini


.

Contrada Pisani, chiesta riapertura delle indagini
24/11/2010, 17:11

NAPOLI - Riaprire il processo sull’inquinamento ambientale provocato per decenni dalla discarica di Contrada Pisani. È la richiesta che la Municipalità Pianura Soccavo, assieme alle tre associazioni territoriali che si battono per il riconoscimento dei danni provocati dal sito di Pianura, avanza alla Procura della Repubblica di Napoli affinché vengano individuati i responsabili dello scempio ambientale della periferia occidentale. Casi appurati di tumori ai polmoni e malattie derivanti dal contatto con l’aria malsana sono solo alcuni dei dati portati dalle associazioni al pm titolare delle indagini Stefania Buda. Inoltre, sostiene l’associazione Oceanus, il territorio che s’estende da Pianura sino a Pozzuoli sarebbe ancora inquinato dal percolato formatosi in 40 anni di discarica. Una situazione paradossale che mette a repentaglio ogni tentativo di bonifica dell’area a pochi passi dall’oasi naturale del Wwf.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©