Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Controlli nel salernitano conto l'abuso edilizio

Rumeno denunciato per trasporto di materiale pericoloso

Controlli nel salernitano conto l'abuso edilizio
19/12/2010, 12:12

Nella giornata di ieri, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dell’abusivismo edilizio, a San Giovanni a Piro (SA) e a Casaletto Spartano (SA), i militari delle Stazioni Carabinieri di San Giovanni a Piro, agli ordini del Mar.A.s.UPS Roberto RICOTTA, e di Casaletto Spartano, agli ordini del Mar.Ca. Antonino CAMPISI, hanno deferito in stato di libertà nove persone, tre delle quali di origini napoletane, per il reato di illecito edilizio ed alterazione delle bellezze naturali in luoghi soggetti a speciale protezione, realizzazione di opere sottoposte a vincolo paesaggistico ed ambientale. Gli uomini della Benemerita hanno accertato che i primi otto, a Scario, frazione di San Giovanni a Piro, a vario titolo, ed in difformità a quanto autorizzato, avevano realizzato numero due opere edilizie, consistenti in civili abitazioni di circa duecento metri quadri, e per un valore superiore a centomila euro, non sottoposte a sequestro, poichè già ultimate. Nel medesimo contesto operativo, i predetti denunciati venivano deferiti in stato di libertà, in concorso tra loro, anche per il reato di falsità ideologica in certificati, poiché ritenuti responsabili di aver prodotto, nell’ambito della procedura edilizia, documentazione attestante la falsa presenza di manufatti legittimamente realizzati, che nella realtà, risultavano già essere stati edificati in assenza di qualsiasi titolo di concessione. Mentre il nono, a Casaletto Spartano, in assenza di autorizzazione, aveva istallato un cancello in ferro, nei pressi di un fabbricato, adibito a civile abitazione, già sottoposto a sequestro.  E sempre nella giornata di ieri, a Sanza (SA), nel corso di uno specifico servizio, finalizzato alla salvaguardia dell’ambiente e della salute pubblica, sulla SS 517, variante “Bussentina”, personale della Stazione Carabinieri di Sanza, agli ordini del Luogotenente Luigi FERRARESE, ha  deferito in stato di libertà un cittadino rumeno, proveniente da Napoli, poiché responsabile di attività di raccolta, trasporto e recupero di rifiuti speciali non pericolosi, sprovvisto delle previste autorizzazioni. Il predetto, veniva intercettato e bloccato a bordo di un autocarro marca Wolkswagen, modello “Transporter”, con targa di nazionalità Bulgara, carico di rifiuti speciali non pericolosi, del tipo ferrosi, consistenti in serbatoi e bombole per il gas, ricambi di auto, vari rottami in alluminio, carcasse di lavatrici, travi e porte in ferro, biciclette e reti da letto, per un peso totale di circa tre tonnellate, poi posto sotto sequestro.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©