Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'episodio su un treno partito da Milano e diretto a Lourdes

Controllore costretta a scendere dal treno di italiani: è nera


Controllore costretta a scendere dal treno di italiani: è nera
21/09/2010, 14:09

VENTIMIGLIA (IMPERIA) - Sale su un treno di pellegrini, partiti da Milano e diretti a Lourdes, per fare il suo lavoro di controllore. Ma davanti alle veementi proteste degli utenti di quel treno, è costretta a scendere e a lasciare il lavoro a qualcun altro. La sua colpa? Essere di pelle nera.
Questo l'incredibile episodio di razzismo verificatosi al confine tra Italia e Francia, dove normalmente c'è il cambio dei controllori. La donna è salita sul vagone del treno per iniziare la routine del controllo biglietti, ma ne è scesa dopo alcuni minuti, sconvolta per essere stata investita da insulti razzistici da parte dei passeggeri. Era poi salita su un altro vagone, dove era successa la stessa cosa. A quel punto aveva chiamato la direzione, chiedendo che arrivasse un sostituto, di pelle bianca, che è stato mandato molto rapidamente.
Sulla vicenda c'è anche una versione più soft, e meno credibile, della Polfer, secondo cui la donna non aveva il tesserino di identificazione per cui alcuni passeggeri non si erano fidati a darle il biglietto. Da qui è nato un diverbio, a cui la donna avrebbe deciso di mettere fine, mandando altri a fare quel lavoro. La Cgt, uno dei più importanti sindacati francesi, ha presentato un esposto alle ferrovie francesi, per tutelare la dipendente, offesa da tali comportamenti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©