Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Contursi (SA): i ragazzi la spuntano, la loro classe rimane


Contursi (SA): i ragazzi la spuntano, la loro classe rimane
17/09/2009, 19:09

I ragazzi del primo liceo classico dell'Istituto Corbino di Contursi Terme, in provincia di Salerno, ce l'hanno fatta: oggi finalmente sono entrati in classe per l'inizio delle loro lezioni.
La vicenda era iniziata quando, il 7 settembre, il primo giorno di scuola, gli 11 ragazzi della classe hanno trovato i bidelli che gli imepdivano di entrare. La motivazione è che la legge Gelmini ha confermato il limite minimo di 25 alunni per classe; di conseguenza la classe, formata da 11 ragazzi, non può esserci. E questo nonostante una sentenza del TAR affermi che, data la lontananza da altre scuole alternative (il più vicino liceo classico è a 30 km. di distanza, ma sono 30 Km. di strada malagevoile e non servita con regolarità da mezzi pubblici), per questa classe può essere concessa una deroga. I ragazzi e i loro genitori hanno organizzato diverse proteste, chiedendo anche al Sindaco del Comune di Contursi di intervenire; cosa che quest'ultimo ha fatto, facendo intervenire anche l'Assessore Regionale campano della Scuola. E finalmente, oggi, quando i ragazzi e i loro genitori avevano deciso di iniziare una serie di manifestazioni sotto la scuola e sotto il Comune, i genitori hanno ricevuto una telefonata dalla scuola che li avvertiva che la prima liceo era stata definitivamente attivata, in ossequio alla sentenza del TAR.
Come si può leggere nella lettera che uno dei genitori ha inviato alla gerente del sito bambinicoraggiosi.com, oggi per la prima volta i ragazzi hanno potuto fare regolarmente lezione. Anche se questo episodio è costato un notevole stress ad alunni e genitori, tutto è bene quel che finisce bene, come dice un noto proverbio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©