Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli ideatori: "Il profgetto è antifascista"

Coperto il poster con la faccia di Mussolini in via Marina

"Chiediamo solo la chiusura della cripta del duce"

Coperto il poster con la faccia di Mussolini in via Marina
13/09/2011, 18:09

È stato coperto il maxiposter 6x3 esposto da questa mattina in Via Marina, a Napoli, raffigurante il busto di Mussolini. L'idea, realizzata da Sebastiano Deva e Walter Picardi, due artisti napoletani, consiste in un poster sul quale campeggia la scritta «Nessuna luce mio duce» e un rimando alla pagina facebook 'Cripta Mussolinì. L'obiettivo dichiarato dagli autori è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla richiesta di chiusura della cripta Mussolini, a Predappio, meta ogni anno di nostalgici del fascismo. «Non abbiamo avuto nessun comunicato ufficiale e nessuna spiegazione», ha dichiarato poco fa all'agenzia Adnkronos Sebastiano Deva, che aggiunge: «Lo spazio sul quale è stato affisso il poster era comunale, ed è molto strano che sia stato il Comune di Napoli a coprirlo dato che si tratta di un progetto di natura antifascista, in una città autoproclamatasi antifascista. Speriamo che sia stato uno scivolone». L'opera di Deva e Picardi è parte dell'iniziativa promossa da Padiglione Italia per la Regione Campania e intitolata 'Campania Senses', che sarà organizzata al Cam Museum di Casoria dal 28 settembre al 30 gennaio 2012. La natura antifascista del progetto, spiega Deva, «è chiarissima: sul gruppo abbiamo raccolto 500 iscritti in 2 ore. O qualcuno non ha letto bene, oppure c'è un problema di contenuti politici, e speriamo non sia così. Il dato fondamentale, però, è che il poster è stato coperto».

Commenta Stampa
di va.es.
Riproduzione riservata ©