Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Coppa America, Tavella (CGIL): "adesso archiviamola e guardiamo avanti"


Coppa America, Tavella (CGIL): 'adesso archiviamola e guardiamo avanti'
17/04/2012, 11:04

(US CGIL CAMPANIA) - Napoli, 17 aprile - “La Coppa America è stata una vetrina importante per la città, se vogliamo anche un momento di riscatto, ma ora è il caso di archiviarla e guardare avanti". Franco Tavella, segretario generale Cgil Campania, invita le istituzioni che da giorni su siti internet e quotidiani hanno dato vita ad un valzer di botte e risposte attorno alla manifestazione velica, a concentrarsi sui reali problemi della cittadinanza ed in generale del territorio campano. "Un evento è tale - dice Tavella - perché temporaneo. Da un evento, proprio perché momentaneo e limitato, non si possono ricavare decisioni improvvisate e definitive come quella della Ztl. Ho visto paginoni dedicati alla questione, una scelta condivisibile dell’amministrazione comunale ma che non può essere fatta con superficialità: chiudere al traffico una parte della città funziona ed ha senso solo se attorno c’è una mobilità alternativa efficiente, aree di parcheggio e controlli tali da rendere scorrevole la viabilità nella cinta tutto attorno, navette, aumento delle corse di tram, metro e bus, se vengono stipulate convenzioni con i taxi". "Diversamente - secondo Tavella - si rischia solo di creare ingorghi attorno ad un’isola falsamente felice. Tuttavia ci sono problematiche molto più urgenti di cui dibattere e su cui concentrare l’opinione pubblica”. “Negli stessi giorni in cui si è disputata la America’s Cup - precisa Tavella - sono stati diffusi dati allarmanti sull’usura, si sono complicate la questione trasporti e la vertenza forestazione, senza contare le annose problematiche legate alla sanità o alle società partecipate. Il tutto drammaticamente confermato dai dati Svimez sull’economia resi noti oggi. Eppure si è preferito dibattere di altro piuttosto che di lavoro e qualità della vita dei cittadini". "Sarebbe stato giusto - conclude Tavella - dedicare quantomeno lo stesso spazio all’attualità vera, quella che inficia sulla qualità della vita e sullo sviluppo della nostra regione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©