Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Gli inquirenti: probabilmente vittima e carnefice drogati

Coppia accoltellata, la lite dopo un pesante apprezzamento

Il 26enne sarebbe intervenuto in difesa della convivente

Coppia accoltellata, la lite dopo un pesante apprezzamento
16/02/2011, 11:02

NAPOLI - Le indagini stanno facendo chiarezza sulla tragedia che si è consumata in via Tertulliano, nella zona napoletana del Rione Traiano. Luigi Candia, 30 anni, già noto alle forze dell'ordine, si è costituito la notte scorsa ai carabinieri della compagnia Rione Traiano.
Il 30enne è stato a lungo interrogato dal magistrato per l'omicidio di Armando Gabrieli ed il ferimento della compagna della vittima, Flavia Ambrosio, entrambi 26 anni.
I corpi dei due giovani erano stati trovati all'alba di ieri nell'appartamento dove la coppia era andata a convivere da una decina di giorni, distesi sul pavimento, coperti di sangue: Gabrieli è deceduto nel pomeriggio di ieri, dopo una delicata operazione all'ospedale Cardarelli.

Candia, secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, conosceva Gabrieli e si era recato a casa sua. Entrambi avevano assunto cocaina. Tra i due è scoppiata una fuoriosa lite quando il 30enne ha fatto pesanti apprezzamenti su Flavia Ambrosio. L'omicida si è scagliato contro Gabrieli, colpendolo violentemente a mani nude, poi l'ha ferito mortalmente a un polmone usando un coltello che aveva con sè e che non è stato ancora ritrovato. Poi l'uomo ha infierito sulla 26enne, attualmente ricoverata al San Giovanni Bosco con trauma cranico e in gravi condizioni.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©