Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il pirata della strada è un immigrato albanese

Coppia di ciclisti investita da ubriaco, lei muore


Coppia di ciclisti investita da ubriaco, lei muore
13/06/2010, 16:06

RANZO (IMPERIA), 13 giu. - Nel tardo pomeriggio di ieri, ubriaco, alla guida della sua auto, una Peugeot 307, un immigrato albanese ha investito una coppia di ciclisti che percorreva la strada provinciale 453, tra Pieve di Teco e Ranzo (Imperia). La donna, Nicolina Bruzzone, di 46 anni, e' rimasta uccisa, mentre l'amico, Enrico Bontempo, 52 anni, cardiologo, e' rimasto ferito gravemente. Entrambi residenti ad Albenga (Savona). L'automobilista, che subito dopo l'impatto si e' allontanato a piedi dal luogo dell'incidente senza neppure allertare i soccorsi, e' stato arrestato nella notte dai carabinieri con l'accusa di omicidio colposo, a cui si aggiunge la violazione degli obblighi di fermata dopo un incidente. Si tratta di un immigrato albanese di 33 anni, Artan Krasniqi, abitante, con regolare permesso di soggiorno, a Pieve di Teco e di professione muratore. All'origine del tragico incidente ci sarebbe una curva che l'uomo ha tagliato di netto, invadendo l'opposta corsia di marcia e falciando i due ciclisti: prima la donna, che e' morta sul colpo, poi l'uomo che la seguiva a ruota. La vicenda e' stata ricostruita grazie anche alle numerose testimonianze da parte di automobilisti che hanno assistito all'incidente e alla fuga dell'albanese

Fonte: AGI

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©