Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Coppia di fidanzati arrestata dalla polizia a Napoli: 2 rapine in meno di 30 minuti


Coppia di fidanzati arrestata dalla polizia a Napoli: 2 rapine in meno di 30 minuti
24/10/2011, 10:10

Il primo “colpo” portato a segno alle 11,15 di sabato mattina, il secondo 30 minuti dopo, ma l’impunità non è durata per molto tempo, in quanto L.L., pluripregiudicato di 35 anni e la fidanzata, O.K., lettone di 27enne, sono stati arrestati, dagli agenti delle Como Torino dell’U.P.G. in collaborazione agli agenti del Commissariato di Polizia “Vicaria-Mercato”. La coppia, stamani, ha preso di mira, in Piazza S. Francesco, angolo Via Cesare Rossaroll, un uomo che stava attraversando sulle strisce pedonali. Il pedone, un Sovrintendente della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di Polizia Vicaria Mercato, per poco non è stato investito da un motociclo Honda Sh, sul quale viaggiavano i due. Al fine di non essere investito, ha fatto un passo indietro ma, il conducente, poi identificato per L.L., gli ha sferrato un pugno in pieno volto, strappandogli la catenina in oro che indossava. Fatalità ha voluto che, a causa del violento strappo, la catenina è ricaduta nella camicia del poliziotto, motivo per il quale i due fuggivano a mani vuote. Il poliziotto, però, riuscito ad annotare il numero di targa dello scooter, ha diramato, attraverso la sala operativa, nota di rintraccio dei due scippatori che, di lì a poco, hanno colpito nuovamente in Piazza Principe Umberto. Una pattuglia delle Como Torino, infatti, in transito in direzione Piazza Carlo III, ha notato una donna che, a gran voce, richiedeva il loro aiuto, in quanto vittima di scippo ad opera della stessa coppia di malviventi. I poliziotti, prontamente messisi al rintraccio degli scippatori, li hanno bloccati poco distante. A quel punto, grazie al coordinamento con la sala operativa, l’equipaggio con a bordo il Sovrintendente vittima dello scippo, ha raggiunto i colleghi riconoscendo senza ombra di dubbio i due. L.L., all’atto dell’arresto, non ha esitato a scagliare un calcio contro un poliziotto, procurandogli lesioni guaribili in pochi giorni. Il motociclo sul quale viaggiavano i due, è stato sequestrato ed il motore ed il telaio sono risultati alterati. I due sono stati arrestati e condotti, rispettivamente al carcere di Poggioreale e Pozzuoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©