Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

COPPIA DI TEDESCHI AGGREDITA A TORRE ANNUNZIATA (NA): E’ CACCIA AGLI ALTRI DUE COLPEVOLI


COPPIA DI TEDESCHI AGGREDITA A TORRE ANNUNZIATA (NA): E’ CACCIA AGLI ALTRI DUE COLPEVOLI
26/08/2008, 12:08

Continuano a tappeto le ricerche volte ad identificare gli altri due autori dell’aggressione perpetrata ai danni di una coppia di turisti tedeschi nella notte tra domenica e lunedì scorso su una spiaggia di Torre Annunziata, località in provincia di Napoli. I due avevano scelto di accamparsi con una tenda sulla spiaggia di Rovigliano quando sono stati assaliti all’improvviso da tre ragazzi armati di pistola. Dapprima l’aggressione, poi la rapina, e infine la violenza del branco si è diretta contro la giovane di 25 anni, stuprata davanti agli occhi sgomenti del fidanzato. “Ad un certo punto ho finto di essere svenuta, si sono spaventati e sono fuggiti” – ha raccontato la ragazza alla polizia. Ed immediatamente sono partite le indagini che ieri hanno portato all’arresto di L. S., 17enne figlio di un boss del clan Gionta: il minorenne è stato fermato con le accuse di violenza sessuale, rapina e sequestro di persona, e in queste ore sarà nuovamente interrogato. Gli inquirenti non si limiteranno alla sua testimonianza per identificati gli altri due complici, ma procederanno anche con l’analisi delle impronte digitali e delle tracce biologiche lasciate dai malviventi nell’auto dei turisti dove la donna ha detto di essere stata più volte violentata. La coppia ieri pomeriggio ha lasciato l’Italia con un volo partito dall’aeroporto di Capodichino, e ha fatto sapere che non metterà mai più piede in Italia.

 

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©