Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il presidente della Figc cerca di contrastare il fenomeno

Cori razzisti, Abete: “Pronti a sospendere le partite”


Cori razzisti, Abete: “Pronti a sospendere le partite”
08/01/2013, 20:11

ROMA – Fanno ancora eco i cori razzisti urlati contro i giocatori di colore del Milan la scorsa settimana in occasione dell'amichevole Pro Patria-Milan a Busto Arsizio, poi sospesa per questo motivo.

Il presidente della Figc, Giancarlo Abete è in prima linea e si dice pronto a sospendere le partite di calcio per contrastare il razzismo negli stadi. “Il problema è allontanare dagli stadi quelli che non devono starci perché inquinano la convivenza civile di un evento sportivo. Se, pur di contrastare questo fenomeno, è necessario sospendere le gare, che si faccia”, ribadisce Abete.

Per i fatti di Busto Arsizio è stato aperto un procedimento: l'ipotesi di reato sarà quella di violazione della legge Mancino, che punisce l'istigazione all'odio razziale.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©