Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Il paparazzo in un'intervista: un settimanale vuol comprarle

Corona rivela: Foto di Berlusconi nudo nelle mani della camorra


.

Corona rivela: Foto di Berlusconi nudo nelle mani della camorra
06/02/2011, 18:02

MILANO - Le sue dichiarazioni, ovviamente, saranno vagliate dalla magistratura. Ma se le parole del paparazzo più noto dello Stivale fossero vere, i timori paventati finora dall’opposizione di avere un premier sotto ricatto per le sue (discutibili) abitudini in camera da letto, sarebbero più che comprensibili. Fabrizio Corona dichiara al Mattino di Napoli che le foto di Berlusconi nudo nel suo harem sono nelle mani della camorra. Scatti che peraltro un noto settimanale sta cercando di comprare. Parole tutte da verificare, poiché negli atti presentati dalla magistratura di Milano non vi è alcuna traccia delle pellicole tirate in ballo dal fotoreporter. Eppure quelle foto – assicura Corona – esistono. E sarebbero nelle mani di alcuni personaggi appartenenti alla criminalità organizzata partenopea. "A Napoli sono arrivati emissari di un importante settimanale nazionale per comprare dalla malavita le foto di Berlusconi nudo", ha dichiarati Corona in un'intervista.
Non solo. Per Corona, il furto subito nella sua casa, dalla quale è stato sottratto l'archivio fotografico, sarebbe stato "un blitz su commissione, cercavano foto di Berlusconi nudo ma nella mia abitazione non c'era nulla di compromettente. Non ho quelle foto anche se tutti mi cercano. È in atto una caccia forsennata". 
E ancora: "Mi sono proprio rotto con questa storia che io avrei le foto. Da quando si dice che ho delle foto scottanti, non vivo più". Corona annuncia che farà ulteriori rivelazioni alla trasmizzione di Canale 5, "Domenica Cinque" . 
Come siano arrivati questi scatti nelle mani dei camorristi, al momento, non è chiaro. Fatto sta che le frequentazioni del premier con donne partenopee sono ormai arcinote agli inquirenti. Alla magistratura spetta ora valutare l’attendibilità delle parole del paparazzo.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©