Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Presentato dal Capo dello Stato

Corte costituzionale accoglie ricorso contro Procura Palermo


Corte costituzionale accoglie ricorso contro Procura Palermo
04/12/2012, 21:07

ROMA –La Cortecostituzionale ha accolto il ricorso del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sul conflitto conla Procuradi Palermo. “Non spettava alla Procura di valutare la rilevanza delle intercettazioni – fa sapere la corte costituzionale - né di omettere di chiederne al giudice l'immediata distruzione ai sensi dell'articolo 271 del codice di procedura penale”. La decisione della Consulta comporta che le intercettazioni, che hanno captato il capo dello Stato, vengano distrutte.

Al centro del conflitto d'attribuzione, sollevato dal Quirinale nei confronti dei pm palermitani, alcune conversazioni telefoniche del capo dello Stato con l'ex ministro Nicola Mancino, le sui utenze erano state messe sotto controllo su mandato dei pm palermitani che indagano sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia.

Ora per conoscere nel dettaglio la decisione assunta oggi dalla Consulta, dopo oltre 4 ore di Camera di Consiglio, bisognerà attendere il deposito della sentenza che avverrà nelle prossime settimane. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©