Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Discorso di insediamento del neopresidente Giampaolino

Corte dei Conti: "Corruzione persistente e dilagante"


Corte dei Conti: 'Corruzione persistente e dilagante'
19/10/2010, 11:10

ROMA - Oggi è il giorno dell'insediamento del nuovo Presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino. E durante il discorso, Giampaolino attacca duro sul tasto della corruzione: "Gli episodi di corruzione e dissipazione delle risorse pubbliche, talvolta di provenienza comunitaria, persistono e preoccupano i cittadini ma anche le istituzioni il cui prestigio ed affidabilità sono messi a dura prova da condotte individuali riprovevoli. L'unico rimedio attuabile è il retaggio di valori dei quali la Corte dei Conti è depositaria: l'onestà degli intenti e dei comportamenti, l'etica del servizio, il corretto agire delle Pubbliche amministrazioni, il perseguimento del bene dell'uomo e della collettività. Valori che hanno conosciuto e verosimilmente sempre conosceranno offese ed offuscamenti, ma hanno sempre finito e sempre finiranno per rifulgere di un loro proprio, nitido splendore".
Esaminando la situazione di finanza pubblica dello Stato italiano, il neo presidente ha aggiunto: "La prolungata bassa crescita del Pil che rende difficile conservare obiettivi di spesa espressi in quota del prodotto, soprattutto in una condizione socio economica che alimenta istanze non comprimibili di sostegno dei redditi più bassi e di garanzia delle prestazioni essenziali alla collettività".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©