Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Forte schieramento di polizia per le strade

Cortei fascisti ed antifascisti: Roma divisa in due


Cortei fascisti ed antifascisti: Roma divisa in due
07/05/2010, 12:05

ROMA - Due manifestazioni sono in corso a Roma: in piazza Esedra c'è la manifestazione di Casapound e di Blocco Studentesco, due organizzazioni che si richiamano al fascismo e che ha radunato 1000 persone circa, provenienti da tutta Italia. A piazza Venezia invece c'è una manifestazione che vede partecipare partigiani, centri sociali ed esponenti dei partiti di sinistra, con l'appoggio del Popolo Viola, per rivendicare i principi dell'antifascismo.
La manifestazione di piazza Esedra era stata inizialmente proibita dalla Questura, ed autorizzata solo dopo l'intervento del Ministro dell'Interno Roberto Maroni, "stimolato" da una interrogazione di 33 parlamentari del Pdl e sostenuto dal Ministro Giorgia Meloni. La zona è blindata da un robusto schieramento di poliziotti, mentre all'interno, tra bandiere nere e binche con i simboli delle due organizzazioni e il fumo di fumogeni bianchi, rossi e verdi, oratori si alternano a parlare.
Su questa manifestazione, c'è stato l'invito del Popolo Viola a scattare foto che dimostrino l'eventuale violazione della legge Scelba, che, all'articolo 5 dice: "Chiunque, partecipando a pubbliche riunioni, compie manifestazioni usuali del disciolto partito fascista ovvero di organizzazioni naziste è punito con la pena della reclusione sino a tre anni e con la multa da 400.000 a 1.000.000 lire . Il giudice, nel pronunciare la condanna, può disporre la privazione dei diritti previsti nell’art. 28, comma secondo, numeri 1 e 2, del codice penale per un periodo di cinque anni". Dato che gli appartenenti a Casapound si definiscono "i fascisti del terzo millennio", non sarà difficile. Tanto nessuno li indagherà ed eventualmente li condannerà, come succede da sempre. Purtroppo la legge Scelba è inapplicata da molto tempo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©