Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Passati al setaccio alberghi, negozi, antiquari, ristoranti

Cortina, controlli a tappeto a caccia degli evasori


Cortina, controlli a tappeto a caccia degli evasori
03/01/2012, 18:01

CORTINA – 80 ispettori dell’Agenzia delle Entrate si è messa a caccia degli evasori fiscali a Cortina, tra il 30 dicembre ed  i primi giorni di gennaio.  Una operazione non gradita dagli albergatori locali, preoccupati che l'attenzione sui loro ospiti possa far calare gli incassi.  Sono stati passati al setaccio i più noti alberghi della zona, ma anche negozi, antiquari, ristoranti e gioiellerie frequentati abitualmente dai vip. Controllate anche le auto di lusso. A sentire qualche albergatore, gli ispettori sono arrivati alle 8 del mattino ed hanno finito il lavoro di controllo dieci minuti dopo mezzanotte. “I miei clienti volevano andar via – ha commentato una albergatrice - questo stato poliziesco nessuno lo vuole accettare".

Qualche perplessità è stata espressa anche dalle istituzioni locali: “E’ uno shock per la località – specifica l'assessore municipale al commercio, Luca Alfonsi - che così perde anche in immagine".

Sulla questione è intervenuto anche Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera: “Coloro che sovrintendono alla lotta all'evasione devono anche avere la consapevolezza che operazioni come quelle fatte a Cortina, con controlli a tappeto rispetto a tutta un'area perché presumibilmente popolata in queste vacanze da ricchi, sono del tutto inaccettabili e chiaramente ispirate ad una concezione ideologica del controllo fiscale".

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©