Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fulmine sul campanile a Valle dell'Angelo

"Così il paese è scampato alla tragedia"


'Così il paese è scampato alla tragedia'
30/11/2010, 09:11


VALLE DELL’ANGELO (Sa) - Il tempo a Valle dell’Angelo si è fermato. E’ rimasto fermo alle 14.32 di lunedì scorso quando un fulmine si è abbattuto sul campanile della chiesa di San Barbato. Ingenti i danni e solo per una fatalitá è stata evitata la tragedia. A raccontarlo è il primo cittadino Angiolino Cammarota: «Il dispensario farmaceutico situato ai piedi del campanile - racconta - era ancora chiuso poiché il titolare era rimasto bloccato in casa a causa della pioggia. Lì solitamente è un viavai di gente. Non oso immaginare ciò che poteva accadere». I calcinacci del campanile hanno danneggiando addirittura la pavimentazione stradale. «Il boato ha fatto tremare tutto il paese, sono subito corso in piazza per capire cosa era accaduto». Cammarota ha le pelle d’oca quando fa la ricostruzione dell’accaduto. «Pioveva a dirotto ma Valle dell’Angelo è una grande famiglia, quando succede qualcosa ci sentiamo colpiti in prima persona». In piazza il sindaco ha trovato tutto il paese. E’ lì che solitamente si raduna la gente per ricorrenze e disastri. Un tocco di campana e la comunitá, poco più di 200 anime, si ritrova insieme. Ma questa volta le campane non hanno potuto suonare. Il cattivo tempo di questi giorni non ha lasciato immune neanche la costa: a Marina di Camerota da due settimane è chiusa per una frana la Mingardina. I lavori di messa in sicurezza sono iniziati subito: nei prossimi giorni gli artificieri faranno saltare alcuni pezzi di roccia che sono in bilico.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©