Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

La decisione parte da una denuncia-querela

Costa Concordia, indagato il Cda in concorso con Schettino


Costa Concordia, indagato il Cda in concorso con Schettino
17/05/2013, 19:33

GROSSETO - Secondo quanto anticipato da Repubblica, presso la Procura di Grosseto sarebbe aperto un fascicolo di indagine che vede imputato il Cda della società Carnival Corporation (titolare del marchio Costa Crociere e proprietaria della Costa Concordia) al 13 gennaio 2012, che è la data in cui la nave si schiantò sulle rocce davanti all'isola del Giglio. E cioè contro il presidente di Costa Crociere Pierluigi Foschi, il vicepresidente Arison Michael Meyer (che risulta anche ai vertici di Carnival), gli amministratori Howard Steven Frank, Nicola Giacomo Costa e David Louis Bernstein. L'accusa è quella di concorso con i reati di cui è accusato il comdandante Francesco Schettino. 
L'indagine parte da una denuncia di "Giustizia per la Concordia", una associazione composta da un pool di avvocati che difendono alcuni dei naufraghi dell'imbarcazione. 
Naturalmente una indagine non è una certeza di responsabilità. E a fronte di una denuncia-querela è praticamente un atto dovuto.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©