Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napolitano: "Continuare ad indagare per trovare verità"

Costa Concordia, oggi un mese dalla tragedia

Sarà celebrata una messa sull'isola del Giglio

Costa Concordia, oggi un mese dalla tragedia
13/02/2012, 09:02

Un mese dalla strage della Concordia. Sono trascorsi già trenta giorni dal giorno in cui la nave di Costa Crociere affondò al largo dell’Isola del Giglio. Oggi, per ricordare le vittime, sarà celebrata una santa messa all’interno della Chiesa dell’isola, che nei giorni della tragedia, ospitò i crocieristi. La celebrazione sarà affidata al parroco don Lorenzo Pasquotti e monsignor Guglielmo Borghetti, vescovo di Pitigliano, Sovana e Orbetello, alla presenza del sindaco Sergio Ortelli, il presidente e Ad di Costa Crociere Pier Luigi Foschi e i familiari di vittime e dispersi. La nave partita da Civitavecchia, era diretta a Savona. Aveva a bordo 4.229 passeggeri, dei quali 17 sono morti e 15 ancora dispersi. Il quadro di quella sera non è ancora chiaro, come non è ancora del tutto evidente la responsabilità del comandante della nave, Francesco Schiettino. E proprio alla chiarezza invitano il presidente Giorgio Napolitano e il cadinale Bagnasco, i quali durante la messa di ieri a Roma, in suffragio delle vittime, hanno ribadito che bisogna continuare ad indagare per la giustizia e la verità. Sempre ieri sono iniziate le operazioni di pompaggio del carburante della nave, che prevede lo svuotamento dei primi sei serbatoi.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©