Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli arabi tornano in Sardegna per concludere gli affari

Costa Smeralda: l’Emiro del Qatar vicino all’acquisto


Costa Smeralda: l’Emiro del Qatar vicino all’acquisto
03/04/2012, 10:04

OLBIA - La “Costa Smeralda” potrebbe passare nelle mani dell’Emiro del Qatar. Non vi sono ancora conferme ufficiali alla notizia, che viene riportata dai più come certa, ma a quanto pare, Hamad bin Kalifa al-Thani, uno degli uomini più ricchi del pianeta, sarebbe intenzionato a rilevare da Tom Barrack l’intero pacchetto della “Costa Smeralda”, in Sardegna.
L’Emiro, recentemente protagonista di una campagna faraonica per l’acquisto della squadra di calcio “Paris Saint Germain”, secondo indiscrezioni, starebbe rilevando, dopo mesi di trattative, il controllo di “Smeralda holding”, la cassaforte che custodisce quattro tra i più prestigiosi alberghi a cinque stelle del mondo, con tanto di terreni annessi.
Il fondo sovrano del paese arabo, Qatar Holding, è già socio con una quota del 14,3% del veicolo societario che custodisce quattro alberghi a cinque stelle: dal Cala di Volpe al Pitrizza, dal Romazzino al Cervo Hotel, oltre alla Marina e al Cantiere di Porto Cervo e il Pevero Golf Club, annoverato tra i 100 più importanti campi da golf al mondo. Qatar Holding ora dovrebbe subentrare a Colony Capital come socio di maggioranza e l’operazione dovrebbe avvenire attraverso una ricapitalizzazione, necessaria per abbattere il debito del gruppo che ammonterebbe a circa 200 milioni di euro, con iniezione di risorse per nuovi investimenti.
Creata negli anni ‘60 dal principe ismaelita Karim Aga Khan, la “Costa Smeralda” è passata nel ‘94 alla catena alberghiera Sheraton, poi assorbita da Starwood, che a sua volta nel 2003 l’ha venduta per 290 milioni (conservando la gestione) al miliardario americano di origine libanese Tom Barrack, che ora si appresta a passare la mano all’Emiro.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©

Correlati

03/04/2012, 10:04

La SEAT Toledo Concept