Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Sono accusati di false fatturazioni e bancarotta

Crac Parmalat: il Pm indaga 11 ex calciatori del Parma


Il Parma festeggia la Coppa Uefa del 1999
Il Parma festeggia la Coppa Uefa del 1999
25/11/2013, 20:52

PARMA - C'è un ultimo filone, che si sta chiudendo in questi giorni, del crac Parmalat. E' quello relativo alle false sponsorizzazioni dei giocatori del Parma Calcio, di proprietà di Calisto Tanzi tra il 1992 e il 2003. 
Secondo quanto ricostruito dai Pm, una parte dello stipendio di ben 11 calciatori di allora (Hernan Crespo, Sebastian Veron, Faustino Asprilla, Luigi Apolloni, Enrico Chiesa, Lilian Thuram, Dino Baggio, Hristo Stoichckov, Tomas Brolin, Lorenzo Minotti e Massimo Crippa), per un accordo con i procuratori, una parte dello stipendio veniva pagato con un contratto di sponsorizzazione. Un contratto a cui non corrispondeva alcuna attività particolare, ma che serviva solo per scaricare una parte degli ingaggi sulla Parmalat. Quindi adesso gli ex calciatori rischiano di dover rispondere di falso e di bancarotta (quanto meno nella forma di concorso).
Oltre ai giocatori sono compresi nelle indagini anche altri 15 ex dirigenti della società di calcio, coinvolti a vario titolo. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©