Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Intervista telefonica con Giorgio Fiore di Confindustria

Crediti alle imprese, la mobilitazione della Campania


.

Crediti alle imprese, la mobilitazione della Campania
23/05/2012, 15:05

NAPOLI — Il testo dei decreti ancora non è ufficiale, ma la probabilità che Campania Calabria, Molise e Lazio (regioni con deficit sanitario) siano escluse dal piano del Governo ideato per dare ossigeno alle imprese diventa sempre più concreta.
Nel provvedimento varato martedì dall’esecutivo, infatti, si fa esplicito riferimento al fatto che sono escluse dall'obbligo di certificazione le regioni sottoposte ai piani di rientro. E’ ancora da chiarire, però, se l’esclusione riguardi i soli crediti della sanità oppure si estenda anche al bilancio ordinario.
Certo ancora nulla è ufficiale, ma è subito allarme. Tra i più amareggiati ci sono gli imprenditori edili, che sono tra quelli che vantano maggiori crediti da parte delle amministrazioni pubbliche. Per Rudy Girardi, presidente dell'Acen, si tratta di un'odiosa e inammissibile discriminazione a danno delle aziende. E’ il presidente di Confindustria Campania, Giorgio Fiore a lanciare invece una proposta: una manifestazione in piazza a Napoli con le altre tre regioni escluse per esprimere assieme il proprio disappunto.
Sul piede di guerra anche i parlamentari. Enzo Rivellini, del gruppo Mezzogiorno di Fuoco, annuncia di aver presentato insieme con Ciriaco De Mita un'interrogazione urgente all'Unione Europea. Gli fa eco, dal fronte del centro sinistra, la senatrice del Pd Teresa Armato, la quale non nasconde la sua preoccupazione per l'ipotizzata esclusione delle amministrazioni commissariate.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©