Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Crisi impone "forti cambiamenti nelle abitudini alimentari"

Crisi: Barilla center, menu equilibrato può ridurre la spesa


Crisi: Barilla center, menu equilibrato può ridurre la spesa
09/10/2012, 20:11

ROMA - La crisi economica impone “forti cambiamenti nelle abitudini alimentari” ma più consapevolezza negli acquisti di cibo è auspicabile quando, come accade in Italia, il costo della spesa settimanale può variare di circa il 10% in base alle scelte alimentari effettuate, secondo le rilevazioni “Osservatorio Prezzi” del ministero dello Sviluppo Economico. Budget ridotto non significa però perdere qualità e seguire pratiche non rispettose della natura, afferma il Barilla Center for Food & Nutrition (Bcfn) che, sulla base di recenti elaborazioni, sottolinea come “menu equilibrati dal punto di vista nutrizionale e sostenibili dal punto di vista ambientale non implichino un aumento del costo per il consumatore, e in alcuni casi lo rendono addirittura minore”. Con l'obiettivo di diffondere uno stile alimentare sano e sostenibile, il Barilla Center ha inoltre identificato cinque canali per favorire un'educazione alimentare secondo i principi della Doppia Piramide (che mette in relazione gli alimenti della tradizionale piramide alimentare con il loro impatto ambientale): la famiglia e gli stili alimentari seguiti; la pubblicità; la comunicazione sociale; la ristorazione collettiva, e la grande distribuzione organizzata (Gdo). Per approfondire il dibattito attorno al costo di un'alimentazione sana e sostenibile, il Barilla Center for Food & Nutrition ha organizzato il quarto webinar del 2012, che si terrà a Milano domani 10 ottobre alle ore 17 e che può essere seguito online, collegandosi al sito. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©