Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Dopo lo sfogo del direttore generale

Crisi Cardarelli, Rivellini incontra Granata


.

Crisi Cardarelli, Rivellini incontra Granata
24/09/2012, 16:28

Il Cardarelli è in un pessimo stato di salute. La preoccupazione è fattiva, e arriva dal direttore generale Rocco Granata. Non bastano i risparmi degli ultimi due anni, quando rispetto alla vecchia gestione il bilancio si è alleggerito di circa 80 milioni di euro. I problemi sono di natura strutturale ed organizzativa. "Devono cambiare molte cose - precisa Granata - Io sono entrato nel giugno 2009 quando il bilancio segnava -42,7milioni sono nei primi sei mesi dell'anno. Quello stesso anno abbiamo chiuso con un passivo di circa 78 milioni di euro. Negli ultimi due anni, invece, il passivo è scomparso, al fronte di tagli ai finanziamenti per circa 8 milioni". Dopo lo sfogo, riportato nei giorni scorsi anche in una lettera pubblica, questa mattina Granata ha ricevuto la visita dell’europarlamentare Enzo Rivellini. “Il Cardarelli è la frontiera sanitaria e assistenziale dell’intero Mezzogiorno italiano – ha detto Rivellini – e l’iniziativa di Granata è l’iniziativa di u uomo forte e intelligente. Credo che il sistema vada cambiato. Non è possibile non far interagire tra loro gli ospedali dei colli. E non è possibile che con un reparto di medicina nucleare che al Cardarelli aspetta di essere aperto dal 2009, quindici giorni fala Regione abbia finanziato un nuovo bando da circa un milione e mezzo di euro per creare una struttura identica al Pascale”. Rivellini propone anche una soluzione agli sprechi della sanità campana, “credo che dobbiamo mettere mano all’idea di formare un’unica azienda sanitaria fatta dal Pascale, il Monaldi, il Cardarelli, il Cotugno ed il Santobono”, afferma.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©