Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Crisi, Giannola: investendo sul Sud riparte anche il Nord


Crisi, Giannola: investendo sul Sud riparte anche il Nord
13/03/2013, 15:27

"Il Mezzogiorno e' oggi il luogo delle potenzialita', con ampi spazi di manovra su sfruttamento delle energie rinnovabili, logistica e porti come Gioia Tauro, aree urbane e beni culturali, fiscalita' di vantaggio, per arrestare il declino italiano e far ripartire il Paese intero da Sud". E' quanto afferma il Presidente della Svimez Adriano Giannola nella sua relazione al convegno sui 50 anni del Formez.
"Nel Sud vi sono opportunita' enormi di sviluppo nello sfruttamento della geotermia soprattutto in Campania, che potrebbe concorrere con una rivisitazione del Piano energetico nazionale in senso più favorevole alle rinnovabili a soddisfare le esigenze di Confindustria, che lamenta giustamente un costo energetico per le imprese italiane superiore alle media Ue.
Altro settore importante di sviluppo, continua Giannola, e' costituito dalle aree vaste, che integrano logistica e interventi di politica industriale, e dalla fiscalita' di vantaggio, una fiscalita' vera, non di assistenza per il Sud, ma che attragga capitali dall'estero. Va anche ricordato, conclude il Presidente, che nei prossimi 20-30 anni avremo avanzi primari in media del 4% del Pil, il che vuol dire alimentare una redistribuzione finanziaria e un drenaggio di risorse dal Mezzogiorno al Nord, oltre che dall’Italia verso l’estero. Serve quindi quanto prima una nuova rappresentazione del problema, un elemento di realismo che riapra il ruolo del Sud nella strategia di arresto del declino italiano e del Nord".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©