Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Crisi, il Papa afferma: "Non si fanno più sacrifici"

Per il pontefice la crisi economica è innanzitutto etica

Crisi, il Papa afferma: 'Non si fanno più sacrifici'
22/12/2011, 12:12

"Anche se valori come la solidarietà, l'impegno per gli altri, la responsabilità per i poveri e i sofferenti sono in gran parte indiscussi, manca spesso la forza motivante, capace di indurre il singolo e i grandi gruppi sociali a rinunce e sacrifici". E’ il messaggio lanciato dal Papa, durante il discorso di fine anno alla Curia Romana. Per il Pontefice quindi, la crisi economica è riconducibile innanzitutto ad una crisi etica che sta colpendo tutta l’Europa. “Da questa crisi emergono domande molto fondamentali: dove è la luce che possa illuminare la nostra conoscenza non soltanto di idee generali, ma di imperativi concreti? Dove è la forza che solleva in alto la nostra volontà?", si chiede il Papa. Domande alle quali “il nostro annuncio del Vangelo, la nuova evangelizzazione, deve rispondere, affinché il messaggio diventi avvenimento, l'annuncio diventi vita". Un elogio da parte del Papa all’Africa, dalla quale non si percepisce “alcun cenno di quella stanchezza della fede, tra noi così diffusa, niente di quel tedio dell'essere cristiani da noi sempre nuovamente percepibile”.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©