Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Notata la differenza con Albertini e la Moratti

Critiche del Giornale: Pisapia non ha reso onore ai repubblichini


Critiche del Giornale: Pisapia non ha reso onore ai repubblichini
04/11/2011, 10:11

MILANO - Non è piaciuto al Giornale che il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, giovedì abbia reso omaggio ai partigiani, al cimitero Maggiore, facendo visita solo al cimitero dell'Onore. Al contrario degli ultimi suoi predecessori (Gabriele Albertini e Letizia Moratti) che invece facevano visita anche al cimitero della Gloria, dove sono sepolti fascisti e repubblichini. In particolare, sottolinea il quotidiano milanese, Albertini faceva visita "al Campo 10 a rendere omaggio alla tomba dell’eroe di guerra Carlo Borsani, trucidato dai partigiani il 29 aprile del 1945. A guerra finita".
Ora, che l'omicidio di Borsani non sia stato il massimo della cavalleria, è ovvio, dato che venne ucciso con un colpo di pistola alla nuca; gesto aggravato dal fatto che era rimasto invalido nel 1941 quando le schegge di una bomba da mortaio gli scoperchiarono letteramente il cranio (episodio per cui ebbe la medaglia d'oro al valor militare). Ma direi che è nell'ordine delle cose che una persona, cresciuta all'interno del comunismo, non voglia rendere onore al ricordo dei fascisti. Soprattutto quando, come dimostra l'episodio di ieri a Roma (cinque militanti del Pd aggrediti a sprangate da una decina di persone), c'è il problema che il fascismo violento in Italia non è morto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©