Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' successo a Karlovac, 50 km a sud di Zagabria

Croazia: donna si sposa e partorisce davanti alla Chiesa


Croazia: donna si sposa e partorisce davanti alla Chiesa
24/08/2010, 18:08

KARLOVAC - La notizia, diffusa solo oggi da Zagabria 24 sata e ripresa anche da liberonews.it, appare decisamente singolare e vede come protagonista la croata Nikolina Kis che, a Karlovac, città situata 50 km a sud di Zagabria, ha partorito la bimba che aveva nel pancione proprio il giorno del suo matrimonio.
Una nascita prematura assolutamente non prevista che ha lasciato decisamente sbigottiti tutti gli invitati e lo stesso sposo. La Kis, infatti, subito dopo il tanto atteso "si" pronunciato dinanzi all'altare, ha dovuto rinunciare al pranzo di nozze per dare alla luce la propria bimba su di una panchina situata a pochi passi dalla Chiesa; in un parco pubblico. Intervistata, la suocera della giovane, ha raccontato:"Tutto il giorno si lamentava di non stare bene ma credevamo fosse per lo stress delle nozze". In chiesa, diversi testimoni, dicono di essersi resi conto che la ragazza riusciva a malapena a stare in piedi e così, terminato il rito nuziale e la messa, è corsa su di una panchina sentendo che il lieto evento non era più rimandabile. L'ambulanza, chiamata prontamente dai parenti, è però arrivata solo dopo che Nikolina, grazie all'aiuto della madre e della cugina, aveva tirato fuori dal grembo la propria figlioletta.
In effetti, la piccola impaziente di venire al mondo, sarebbe dovuta nascere non prima di due mesi e per questo nessuno si aspettava di vederla sbucar fuori proprio il giorno delle nozze. Fortunatamente, nonostante il parto prematuro e le prime assistenze decisamente non specializzate, la bambina sta bene e dovrà soltanto passare un periodo di tempo all'interno di un'incubatrice. Sorpreso ma felice il papà che, intervistato, ha dichiarato:"Volevamo che si chiamasse Lana ma poiché e' nata davanti alla chiesa consacrata alla Madonna, abbiamo deciso di chiamarla Maria".
E di sicuro, Maria, interesserà i suoi futuri amici raccontando l'unica e bella storia della sua nascita.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©