Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bobbio: "A breve un censimento degli edifici pericolanti"

Crolla un palazzo disabitato, la rabbia dei cittadini


.

Crolla un palazzo disabitato, la rabbia dei cittadini
10/05/2010, 16:05

CASTELLAMMARE DI STABIA - Sfiorata la tragedia  in via Coppola nella città stabiese. Nel centro storico è crollato un edificio di cinque piani. Momenti di panico e paura, ma per fortuna nessuna grave conseguenza.
Il cedimento che non ha causato feriti si è verificato mentre era in corso la processione del Santo Patrono San Catello, proprio pochi minuti dopo che la statua del Santo aveva sostato sotto l’edificio all’angolo tra vico Rivo e via Coppola, accompagnata da circa 2mila fedeli in processione. I residenti della zona gridano al miracolo. Sul posto sono prontamente intervenuti i vigili del Fuoco, le forze dell’ordine, i volontari della protezione civile e gli operatori del 118. Dalle macerie sono state estratte tre auto parcheggiate. In una di queste c’era un giovane, rimasto miracolosamente indenne. Le operazioni sono andate avanti per tutta la giornata. Il crollo dell’edificio, oggetto di misure di sgombero negli anni scorsi, poteva trasformarsi in una vera e propria tragedia. Cresce la rabbia dei cittadini, lo stabile è pericolante da anni, ma non si è mai proceduto a dare seguito all’ordinanza. "Abbiamo sentito un forte boato - racconta un uomo che ha assistito al crollo del palazzo - tanta la paura, soprattutto per i bambini e gli anziani. Per fortuna l'edificio era disabitato da anni. Ci sentiamo abbandonati, in questi anni il Comune non ha preso alcun provvedimento". Sulla vicenda è intervenuto il sindaco Luigi Bobbio che ha annunciato un censimento degli edifici pericolanti muovendo accuse nei confronti della precedente amministrazione comunale.
Nel video allegato parlano i cittadini stabiesi.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©