Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sei persone estratte vive e due ancora sotto le macerie

Crollo a Barletta, una vittima certa: è la ragazzina 14enne

Era uscita un’ora prima da scuola. Si continua a scavare

Crollo a Barletta, una vittima certa: è la ragazzina 14enne
03/10/2011, 19:10

BARLETTA - Un palazzo è crollato a Barletta, in via Roma, oggi verso le 13. I soccorsi sono immediatamente arrivati e hanno cominciato a scavare sotto le macerie, aiutati dai passanti. SI usano i mezzi meccanici con precauzione, perchè pare che sotto le macerie ci siano almeno 4 donne ed una bambina. Qualcuno è sicuramente vivo, in contatto vocale con i soccorritori. Ma per ora non si sa se questo valga per tutte le persone disperse, che abitavano la palazzina crollata. SI lavora comunque con cautela, perchè si sente odore di gas. Finora è stata estratta dalle macerie solo una donna, incinta, che non sembrava essere stata ferita seriamente.
Una palazzina, in cui abitavano quattro famiglie, che era pericolante da tempo. Tanto è vero che a maggio di quest'anno lo stesso era stato puntellato ed il traffico stradale nella adiacente via Roma era stato interrotto in quel tratto, per motivi di sicurezza. E secondo le prime testimonianze nelle ultime settimane c'era stato un peggioramento della situazione, tanto che molti erano andati al Comune a chiedere a che punto erano i lavori e a chiedere che venisse trovata un'altra sistemazione.
Secondo altre testimonianze, la causa è l'abbattimento avvenuto tempo fa di una palazzina adiacente che fungeva, architettonicamente, da sostegno per quella crollata. Mancando il sostegno, le strutture si sono indebolite ed oggi il tutto è crollato.

AGGIORNAMENTO ALLE ORE 19:37
Secondo fonti di sicurezza, che parlano però di “bilancio ancora ufficioso”, nel crollo della palazzina a Barletta sarebbero rimaste coinvolte nel totale nove persone: una è stata estratta morta, due sarebbero ancora sotto le macerie, mentre altre sei persone sono rimaste ferite. Di queste una è riuscita a liberarsi da sola, mentre le altre cinque sono state soccorse e sono ora in ospedale. Intanto, mentre i soccorritori continuano a scavare, è stata identificata la vittima: si tratta di Maria Cinquepalmi, 14 anni, figlia dei coniugi proprietari di un laboratorio tessile presente nell’edificio. La ragazzina, uscita un’ora prima da scuola, sarebbe andata al maglificio perché pensava di trovarci i genitori. Sarebbe stata però travolta dal crollo dell’edificio prima ancora di entrare nel laboratorio, mentre entrava nella palazzina. I titolari dello stesso maglificio, inizialmente dati per dispersi, erano invece fuori della palazzina al momento del crollo: si erano allontanati in mattinata per incombenze diverse. Alle operazioni dei soccorritori stanno collaborando anche decine e decine di volontari che hanno creato un cordone per il passaggio dei calcinacci. Intanto si è anche appreso che il procuratore e il prefetto, insieme con i tecnici dell’Eni, hanno deciso di allargare l’area di protezione per poter chiudere definitivamente le condutture del gas. L’Italgas, dal canto suo “esclude” tuttavia che la causa del crollo sia dovuto “ad una fuga di gas”.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli e Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©