Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Querelle sui numeri delle vittime

Crollo a Rio De Janeiro: sono tre i morti, sedici i dispersi


Crollo a Rio De Janeiro: sono tre i morti, sedici i dispersi
26/01/2012, 21:01

RIO DE JANEIRO – Tre morti, ma si teme che almeno altre sedici persone siano rimaste sotterrate dalle macerie: per il momento è questo il bilancio ufficiale delle vittime dei tre palazzi crollati a Rio De Janeiro. Inizialmente il sottosegretario municipale della Protezione civile, Marcio Motta, aveva dichiarato che erano stati trovati altri due cadaveri, elevando così a cinque il numero delle vittime: più tardi però la Protezione civile ha smentito l’informazione, parlando di un “equivoco”. Il disastro è avvenuto nel cuore finanziario e politico della città, una zona piena di stabili moderni mescolati a palazzine antiche. La causa più probabile di quanto accaduto, secondo le prime valutazioni degli specialisti, sarebbe un cedimento strutturale nel palazzo più alto, dove erano in corso lavori di ristrutturazione. Per il Consiglio regionale di ingegneria e agronomia, che ha inviato sul posto una sua equipe, infatti i cantieri erano “illegali”. Nel frattempo continuano senza sosta i lavori dei soccorritori: un centinaio di uomini dei vigili del fuoco, aiutati da cani di salvataggio, stanno scavando alla ricerca di sopravvissuti. Per il segretario della Protezione civile statale, Sergio Simoes, questa possibilità è tuttavia “molto ridotta”. Tra i cadaveri identificati, un barbone e il portiere del grattacielo di 20 piani.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©