Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Il proprietario dello stabile collaborerà con le indagini

Crollo di Afragola: “Mai ricevuto alcuna segnalazione”


Crollo di Afragola: “Mai ricevuto alcuna segnalazione”
04/08/2010, 12:08

NAPOLI – Dice di non aver mai ricevuto “segnalazioni in merito a circostanze che avrebbero potuto far presagire una simile tragedia” e si dice disponibile a collaborare con le indagini, il proprietario dello stabile crollato ad Afragola causando la morte di tre persone. L’uomo ha comunicato la sua disponibilità attraverso il legale Rosanna Raia, che rappresenta anche la posizione del proprietario della cantina presente nel palazzo. Al momento, è bene precisarlo, nessuno dei due risulta indagato nell’inchiesta avviata dalla Procura di Napoli, che ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per omicidio plurimo colposo.
''In riferimento al nefasto evento che ha colpito la citta' di Afragola - scrive la Raia - ed in particolar modo il grave lutto che ha investito le famiglie delle persone che hanno trovato la morte a causa dell'inspiegabile crollo dell'immobile in parte di proprieta' dei miei assistiti, comunico di aver ricevuto mandato dagli stessi al fine di esprimere per loro conto il profondo dolore nonche' la compartecipazione allo stesso per la morte di persone a loro care e con le quali hanno da sempre intrattenuto rapporti di cordialita' e di stima reciproca''. ''Pertanto manifesto il loro vivo interesse affinche' si faccia piena luce sull'immane tragedia accaduta e, in quest'ottica - aggiunge l'avvocato - mi preme evidenziare che non e' mai pervenuta ai miei assistiti alcuna segnalazione in merito alla presenza di circostanze che avrebbero potuto far presagire l'accadimento di una simile tragedia''. ''E' indubbia - conclude - ogni forma di collaborazione dei suddetti miei assistiti con gli organi inquirenti al solo scopo di pervenire alla scoperta della verita'''. Raggiunta telefonicamente dall’Ansa, la Raia ha aggiunto che i suoi assistiti non intendono rispondere ad altre domande della stampa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©