Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

105Ml di euro destinati esclusivamente al sito archeologico

Crollo di Pompei: finalmente arrivano i finanziamenti dall’ UE

Parte il restauro, ma si aspettano ancora i 20 funzionari

.

Crollo di Pompei: finalmente arrivano i finanziamenti dall’ UE
27/10/2011, 14:10

NAPOLI – 105 milioni di euro stanziati dall’ Unione Europea per il restauro degli scavi di Pompei resosi necessario dopo i recenti crolli nel sito archeologico più grande al mondo. La notizia è stata data direttamente dal Commissario Europeo Hahn. Quindi sembra tornare il sereno sulla vicenda dei crolli che hanno visto anche l’ intervento della Procura di Torre Annunziata che ha aperto un fascicolo per fare chiarezza su precedenti sovvenzioni pubbliche, evidentemente spese in modo non adeguato e soprattutto per la strana sparizione del registro delle segnalazioni. Tutto questo anche a seguito di chiari riferimenti in merito ad infiltrazioni della criminalità organizzata, fatti dal Sottosegretario Villari. Supposizioni queste che hanno spinto anche il Ministro Galan a vederci chiaro, ed è lo stesso responsabile del Dicastero dei beni Culturali che in una conferenza stampa tenutasi a Palazzo Chigi, insieme al Ministro Raffaele Fitto, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, il Sottosegretario Villari ed il Governatore della Campania Stefano Caldoro, a comunicare l’ avvenuto stanziamento per Pompei. Inoltre si è parlato del futuro e costante impegno, da parte dell’ Unione Europea per la città di Plino, infatti nella prossima finanziaria Europea apparirà un stanziamento per Pompei. Stanziamento a parte adesso, però, si attende il personale primi fra tutti i 20 funzionari: 10 archeologi, 5 architetti e 5 amministrativi, necessari perché il restauro prenda vita seriamente.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©