Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Cinque stabili evacuati

Crollo Riviera di Chiaia, la rabbia degli sfollati


.

Crollo Riviera di Chiaia, la rabbia degli sfollati
07/03/2013, 14:28

NAPOLI - Sono circa 200 le famiglie rimaste per strada dopo il crollo dell’edificio alla Riviera di Chiaia. Più di seicento anime rimaste al freddo in questi giorni. Lamentano uno scarso supporto da parte della Protezione Civile, e soprattutto poca disponibilità degli alberghi che li stanno ospitando in condizioni di emergenza. 
"Siamo rimasti al freddo - dice una donna in compagnia del marito e di due figli piccoli - gli alberghi che ci ospitano ci fanno entrare nella struttura solo la sera e ci mettono fuori al mattino. Con una gornata di pioggia come quella di ieri, ero in strada con i miei figli".
Cinque gli stabili evacuati per precauzione. Oltre dieci i negozi costretti alla chiusura. I vigili del fuoco lavorano da tre giorni per dare aiuto agli sfollati, e recuperare in condizioni di precarietà gli effetti personali. 
Saranno ventidue, intanto, le persone che riceveranno un avviso di garanzia per disastro colposo. Dopo il crollo dell'ala del palazzo in Riviera di Chiaia si corre alla ricerca delle responsabilità.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©