Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

"Messineo si è fatto condizionare da Ingroia"

Csm vuole il trasferimento del Procuratore capo di Palermo


Csm vuole il trasferimento del Procuratore capo di Palermo
12/06/2013, 12:44

ROMA - Il CSM ha avviato una procedura per il trasferimento d'ufficio del procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo. Secondo le accuse, non sarebbe valutato in grado di gestire la Procura stessa, perchè troppo condizionato da Ingroia e dalla corrente di Magistratura Democratica, che è stata decisiva per l'assegnazione di quel ruolo. 
Inoltre ci sarebbe l'episodio che ha provocato l'apertura del processo: durante una indagine di Antonio Ingroia, viene accidentalmente intercettata  una telefonata dove un imprenditore chiama Messineo per sapere a che punto sta una indagine sul proprio conto, ricevendo le informazioni richieste. Queste intercettazioni vennero tenute in un cassetto da Ingroia, secondo il Csm, finchè lo stesso Ingroia non andò in Guatemala per l'incarico ricevuto dall'Onu. Dopo di che gli atti furono trasferiti alla Procura di Caltanissetta, perchè valutasse l'esistenza dell'eventuale reato di rilevazione di notizie riservate. Procura che pochi giorni fa ha chiesto l'archiviazione di Messineo per questo processo. Una decisione non condivisa dal CSM, che ha deciso di aprire la procedura per il trasferimento d'ufficio. 
C'è da ricordare che Messineo si è anche speso senza riasparmio a difesa delle indagini più scottanti della sua procura, da quella a carico dei vertici del Ros al processo per la trattativa Stato-mafia

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©