Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Venivano importati dall'Est Europa imbottiti di medicinali

Cuccioli importati illegalmente e seviziati, 9 indagati


Cuccioli importati illegalmente e seviziati, 9 indagati
30/08/2010, 20:08

Nove persone sono state accusate a vario titolo di associazione per delinquere, maltrattamento di animali, truffa, frode in commercio, falso e violazione di normative comunitarie. Questi ultimi, infatti, avevano organizzato un traffico di cuccioli importati dalla Slovacchia.

I piccoli animali venivano divisi precocemente dalle madri, venivano imbottiti di farmaci per nasconderne le malattie ed infine venivano seviziati. Successivamente, finivano nelle vetrine di alcuni negozi milanesi e torinesi.

Cagnolini, gattini ed altri piccoli animali, viaggiavano in condizioni precarie dalla Slovacchia all’Italia. Poi, una volta giunti nei negozi degli indagati, sopportavano delle pesanti sevizie. Inoltre, molti cuccioli non venivano vaccinati. Altri, invece, subivano trattamenti vaccinali ripetuti per nascondere delle malattie.

Nicola Balice, il pm di Milano che ha chiuso le indagini, parla di un “potenziale pericolo per la sanità pubblica”.

Tra gli indagati figurano anche due veterinari che fornivano certificati falsi, per ingannare gli acquirenti. Sotto indagine anche i coniugi proprietari del negozio “Anima Animale” di via Padova.

Commenta Stampa
di Luana Rescigno
Riproduzione riservata ©