Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Esplode bombola di Gas, Salvi marito e suocero

Cusano Mutri (Bn), incendio: morti madre e quattro figli

Indagini in corso per scoprire l'esatta dinamica del rogo

Cusano Mutri (Bn), incendio: morti madre e quattro figli
19/12/2010, 10:12

Tragedia nel comune sannita di Cusano Mutri, dove nella frazione Santa Maria del piccolo centro abitato al confine con tra Campania e Molise, si è sviluppato un incendio in un abitazione, le fiamme sono partite da una scintilla di un legno ardente nel camino, che era stato lasciato acceso durante la notte per combattere il freddo intenso di questi giorni che anche qui si fa sentire, la scintilla ha provocato l'incendo che si è propagato fino ad una bombola di gas, che è poi esplosa. Subito intervenuti i vigili del fuoco provenienti dalla stazione di Telese Terme, ma hanno trovato i corpi senza vita di Genoveffa Vitelli e dei suoi quattro figli fuori dai loro letti, che dimostra il tentativo di mettersi in salvo, ma vista la rapidità del propagarsi dell'incendi, e poi la forte esplosione della bombola di gas, non sono riusciti a scappare in tempo. Le vittime del rogo sono Genoveffa Vitelli, 44 anni e i suoi quattro figli: Simone di 26 anni, Giovanni di 24 anni e i gemelli Antonio e Carlo, di 3 anni. Miracolosamente salvi il marito della donna deceduta nel rogo, Rocco Tammaro, di 51 anni, scappato via lanciandosi dal balcone di casa, e quindi è rimasto ferito in condizioni non gravi, e il padre di quest'ultimo, 85enne, Simone, che è rimasto incolume grazie al figlio che l'ha salvato portandolo via con una scala dalla sua finestra mentre la casa era avvolta dalle fiamme, ma l'anziano è ancora sotto choc. I corpi sono stati recuperati dai vigili del fuoco dopo aver domato le fiamme e messo in sicurezza l'edificio, e sono stati successivamente portati all'obitorio dell'ospedale Rummo di Benevento in attesa dell'esame autoptico. Intanto proseguono le indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Cerreto Sannita e coordinate dal pm di Benevento Giovanni Tartaglia Polcini per ricostruire la dinamica del rogo e se si siano eventuali responsabili.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©