Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nella sua casa nascondeva oltre 40 chili di stupefacenti

Custodiva droga per i clan, condannato 50enne


.

Custodiva droga per i clan, condannato 50enne
03/06/2010, 13:06

TORRE ANNUNZIATA – 8 anni per detenzione e spaccio di stupefacenti. Questa è la pena inflitta dal giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Napoli ad Alfonso Nolano il 50enne arrestato il 4 novembre scorso tra Torre Annunziata e Trecase. L’uomo, secondo le indagini della Direzione distrettuale antimafia, era stato incaricato dai clan della zona di nascondere gli ingenti quantitativi di droga provenienti da tutto il mondo. Proprio grazie ai numerosi appostamenti e alle lunghe indagini da parte dei militari dell’arma dei carabinieri furono scovati durante una perquisizione nell’appartamento di Alfonso Nolano circa 44 chili di varie tipologie di stupefacenti. Una quantità ingente per essere ricondotta al mero uso personale e che fece scattare l’arresto immediato per Nolano e la sua compagna di origini polacche. Secondo gli inquirenti, però, la coppia non era solo dedita alla conservazione della droga ma la loro abitazione era una sorta di supermercato degli stupefacenti che gestivano per conto delle organizzazioni camorristiche della zona. Dopo i numerosi controlli delle forze dell’ordine per le strade di Torre Annunziata, i capi clan sembra avessero preso una decisione strategica, cioè di vendere la droga presso le abitazioni private, così da non attrarre l’attenzione della polizia. Ora però il processo ha confermato le accuse della Dda consegnando al carcere Alfonso Nolano mentre per la compagna il gup ha disposto la scarcerazione immediata non rinvenendo indici di punibilità.  

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©