Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Da domani la VI edizione di "A Corto di Donne"


Da domani la VI edizione di 'A Corto di Donne'
17/04/2013, 09:12

Prende il via domani – giovedì 18 aprile – la VI edizione di “A Corto di Donne” concorso internazionale di cortometraggi al femminile che si tiene a Pozzuoli, Napoli, fino a domenica 21 aprile.

Quaranta film, selezionati tra i circa 500 lavori iscritti. Le opere finaliste provengono dall’Europa (Italia, Bielorussia, Francia, Germania, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Romania, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia), dall’Asia (Iran, Singapore), dal Nord America (Canada) e dal Sud America (Argentina, Cile). Quattro le sezioni in cui è articolato il Festival: animazione, fiction, documentari, video arte.

Il programma.
Giovedì 18 (alle ore 18) alle Terme Stufe di Nerone a Lucrino saranno proiettati i primi cinque cortometraggi. A cui farà seguito il benvenuto istituzionale e l’evento speciale “Maestre di Vita. La Resistenza non è un gesto, è un risultato, è una nascita, una creazione” con Mariella Fabbris e Elena Ruzza. Un omaggio al ruolo delle donne nelle lotte di emancipazione condotte dalla Resistenza.

Venerdì 19 (alle ore 11) a Palazzo Toledo a Pozzuoli incontro “La violenza sulle donne”. Reading a cura di Mariella Fabbris, Adele Pandolfi e Elena Ruzza e proiezione del cortometraggio “Forbici” di Maria Di Razza. Nel pomeriggio proiezioni alle Terme Stufe di Nerone dalle 17 alle 20 di quindici opere.

Sabato 20 (alle ore 11,00) a Palazzo Toledo incontro con Chiara Vigo. L’ultimo Maestro di bisso, le cui opere sono esposte nei più prestigiosi musei del mondo, intervistata dalla giornalista Susanna Lavazza, autrice del libro “Dal buio alla luce, il bisso marino e Chiara Vigo”. Nel pomeriggio proiezioni alle Terme Stufe di Nerone dalle 17 alle 20 di ulteriori quindici opere.

Domenica 21 (alle ore 11) a Palazzo Toledo “Dialoghi di cinema”: gli ospiti del festival a confronto con il pubblico, gli studenti e gli addetti ai lavori. Alle Terme Stufe di Nerone: alle ore 18 proiezione degli ultimi cinque corti in concorso. Alle 19,30 evento speciale con la proiezione del corto “Forbici” di Maria Di Razza; alle 20 cerimonia di premiazione e proiezione dei quattro cortometraggi vincitori.

Tra i giurati anche il regista Daniele Cirpì per la sezione fiction. Ciprì nasce e cresce a Palermo. Incontra Franco Maresco e inizia con lui un lungo sodalizio artistico. Nel 1990 realizzano insieme i corti di “Cinico tv”, trasmessi a Fuori Orario di Enrico Ghezzi su Rai Rre, che li rendono popolari. Girano anche tre lungometraggi di cui insieme curano la regia, la sceneggiatura, la fotografia, avvalendosi anche della collaborazione di Luca Bigazzi, montatore e anche compositore di colonne sonore. Il sodalizio con Franco Maresco termina nel 2006. Da quel momento Daniele Ciprì collabora a numerosi film come direttore della fotografia con registi quali Roberta Torre, Ascanio Celestini e soprattutto Marco Bellocchio. Per il film “Vincere” gli vengono assegnati diversi premi tra cui il David di Donatello, il Nastro D’Argento, il Globo D’Oro e il Gianni Di Venanzo. Il 2010 è l’anno dell’incontro con i produttori Alessandra Acciai e Giorgio Magliulo, con i quali decide di affrontare la sua prima regia da solo, “E’ stato il figlio”, presentato in concorso alla Mostra del cinema di Venezia 2012.

Novità della sesta edizione è la giuria giovani, composta da studenti degli istituti superiori flegrei, che premieranno i migliori cortometraggi per ciascuna categoria.

Sarà inoltre attribuito, dalla direzione di “A Corto di Donne”, un premio speciale al miglior cortometraggio italiano, individuato tra tutti i lavori selezionati in concorso per la fase finale della rassegna.

Il festival, organizzato dal Comune di Pozzuoli, dall’associazione culturale “Quicampiflegrei” e dal Coordinamento Donne Area Flegrea, si avvale della direzione artistica di Giuseppe Borrone e Adele Pandolfi, e della direzione organizzativa di Rossana Maccario e Aldo Mobilio.

Patrocini: Azienda Autonoma di Cura, Soggiorno e Turismo di Pozzuoli, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Centro Archivio Donne - Università degli Studi di Napoli L’Orientale e Pari e Dispari - Sportello Pari Opportunità del Comune di Napoli presso l’Università Suor Orsola Benincasa.

“A Corto di Donne” è un evento organizzato senza scopo di lucro per la promozione e la valorizzazione del talento femminile espresso attraverso il linguaggio del cinema.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©