Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

In Italia il consumo è ancora troppo ridotto

Da domani ribassi sui farmaci generici fino al 40%

Risparmiare non vuol dire mettere a rischio lsalute

Da domani ribassi sui farmaci generici fino al 40%
15/04/2011, 17:04

 Da domani su tutti i banchi delle farmacie saranno presenti i farmaci generici con un prezzo del tutto nuovo. Una gran buona notizia che vede il ribasso di molti farmaci generici con riduzioni anche fino al 40% . Per avere le idee chiare e paragonare i prezzi l’AIFA, Associazione Italiana del farmaco ha messo a disposizione sul suo sito la lista di trasparenza dei farmaci generici e tutti i riferimenti.
La notizia ha suscitato non poche polemiche ed ha aumentato ancora di più i dubbi nei confronti di questi fatidici farmaci di cui il compratore non conosce molto e non riesce a comprenderne la differenza con quelli più famosi e rinomati. Sarebbe opportuno chiarire una volta e del tutto questo concetto: I farmaci generici hanno lo stesso principio attivo dei farmaci di marca e sono equivalenti in efficacia e qualità. Sono organi ufficiali deputati al controllo dei farmaci immessi sul mercato che ne garantiscono l’equivalenza e la sicurezza. Il fatto che il prezzo non sia lo stesso con quello dei farmaci di marca e proprio la mancanza della “marca”. Inoltre anche la stessa AIFA nel suo Website ha motivato la decisione ufficiale come un adeguamento ai prezzi degli altri Paesi europei. In Italia infatti se ne consuma solo il 12%, quando in altre nazioni europee si arriva fino al 70%. Altro parametro da non sottovalutare è che in Europa questi medicinali sono venduti a un prezzo che va dal 20 all'80% in meno dei corrispettivi di marca.
Forse è giunta l’ora che anche nel nostro paese si faccia una maggiore informazione sui farmaci generici in modo che il cliente possa acquisire maggiore fiducia e meno pregiudizi ed iniziare così ad usufruire, senza paura di mettere a rischio la propria salute,dei farmaci generici risparmiando almeno in questo settore.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©