Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Circa cinquanta gli immigrati arrivati nelle ultime 48 ore

Da Rosarno a Napoli:storie d'immigrati in Via dell'Avvenire


.

Da Rosarno a Napoli:storie d'immigrati in Via dell'Avvenire
13/01/2010, 14:01

Sono ritornati a Napoli, con le fasciature che coprono le ferite,solo quelle esterne, di Rosarno, circa cinquanta immigrati in fuga dalla Calabria, che si sono rifugiati a  pochi passi da piazza San Giorgio, nel cuore del centro storico di Pianura, in via dell’Avvenire.
I cinquanta immigrati vanno ad aggiungersi agli oltre 300, che vivono ammassati in case diroccate.
Storie di paura e violenza quelle che raccontano. La fuga da Rosarno, la paura che anche a Napoli, come in Calabria ci siano scontri con i residenti, com’era già avvenuto nel settembre 2008. Le famiglie della strada per ora sembrano non sentirsi minacciate dalla massiccia presenza degli immigrati, piuttosto, lamentano la situazione di degrado in cui vivono.
Nel piazzale antistante via dell’Avvenire un deposito di vecchi frigoriferi, mobili abbandonati, una specie di discarica. Gli immigrati vivono stipati come in quelle navi che probabilmente li hanno portati in Italia, verso un futuro migliore mai arrivato. Niente acqua corrente, niente energia elettrica per gli immigrati di via dell’Avvenire. Mancano i servizi igienici e si vive in sedici persone nella stessa stanza , come testimonia ai microfoni di Julie Giacomo, immigrato, da nove anni in Italia. Alla domanda ‘C’è qualcuno che vi aiuta Giacomo risponde:’Aiuto,ma quale aiuto?Nessuno ci aiuta!’ Rosarno è più vicina di quanto non si pensi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©