Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

DAL CARCERE AL LAVORO, ECCO LA "RICETTA" DI DON MEROLA


DAL CARCERE AL LAVORO, ECCO LA 'RICETTA' DI DON MEROLA
16/10/2008, 17:10

 

Sostenere i ragazzi in difficoltà, aiutarli a cambiare e inserirli nel mondo del lavoro. E’ l’obiettivo del progetto “Arti Bianche” che sarà presentato domani pomeriggio alle ore 17 presso la Fondazione di recupero minorile “A voce d’è Creature”. Il progetto, finanziato con il fondo Sociale Europeo Pon Scuola, è indirizzato ai giovani dai 16 ai 23 anni e ai detenuti della Casa Circondariale di Poggioreale. Alla presentazione interverrà l’onorevole Valentina Aprea, Presidente della commissione Cultura della Camera ed il professore Eduardo Martinelli, alunno di Don Lorenzo Milani. Testimonial della serata sarà invece il presentatore televisivo Fabrizio Frizzi. Un appuntamento importante, ma soprattutto un momento di festa che vedrà in prima fila centinaia di studenti napoletani che metteranno “le mani in pasta” per offrire a tutti i partecipanti delle buonissime pizze che saranno infornate direttamente sul posto in un mega forno trasportato presso la sede della fondazione esclusivamente per l’occasione.  L’idea nasce  dall’esigenza di avviare i giovani in situazioni di disagio al mondo del lavoro, recuperando antichi mestieri  e professioni artigiane, con il coinvolgimento delle famiglie e dei genitori carcerati. “Continua l’impegno per la mia città – ha spiegato Don Luigi Merola - Mai potrò tirami indietro nel diffondere sempre di più la cultura della legalità per sottrarre i ragazzi dalla manovalanza della camorra. Oggi questa manifestazione – conclude il giovane parroco – segna  un passo in avanti poiché darà la possibilità a numerosi ragazzi  in difficoltà di cambiare e scegliere la strada giusta. Nessuno nasce delinquente”.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©