Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dal primo luglio in tutti gli Stati membri europei sarà possibile scaricare dati dalla rete mobile a costi accessibili


Dal primo luglio in tutti gli Stati membri europei sarà possibile scaricare dati dalla rete mobile a costi accessibili
03/07/2012, 13:07

Dal primo luglio in tutti gli Stati membri europei sarà possibile scaricare dati dalla rete mobile a costi accessibili. Il nuovo regolamento UE in materia fissa, per la prima volta, un limite tariffario per il trasferimento di dati in roaming garantendo all’anno un risparmio di oltre mille euro per una persona che viaggia regolarmente in Europa; per una famiglia in vacanza, invece, potrebbe risparmiare almeno 200 euro. Queste nuove norme, inoltre, valgono anche per le chiamate vocali e per gli sms portando il risparmio dei consumatori al 75% rispetto ai prezzi di roaming del 2007. Per fare un esempio: se una famiglia di quattro persone si reca per una settimana in Inghilterra e usa uno smartphone e consulta una mappa della città sette volte pagherà oggi 5.93 euro a fronte dei 25.16 euro che avrebbe pagato nel 2009; se accede a profili di media sociali ogni giorno per 45 minuti la spesa di roaming sarà di 44.47 euro a fronte dei 188.69 euro del 2009; medesimo discorso per e-mail e foto: mandare due e-mail al giorno costerà a questa ipotetica famiglia 0.24 euro e non più 1.01 euro e caricare due foto al giorno su internet costerà 23.72 euro al osto di 100.63 euro de fossero rimaste le tariffe del 2009. Insomma una settimana a Londra costerà alla nostra famiglia che vuole viaggiare anche su internet mobile 74.36 euro e non più 315.49 euro.
“Internet mobile è ormai la nuovissima frontiera della comunicazione in rete, tutti noi abbiamo un telefonico o un tablet che ci permette di scambiare dati con il resto del mondo, soprattutto i lavoratori che si spostano di continuo in Europa utilizzano la rete per le proprie mansioni. – afferma l’On. Aldo Patriciello - L’introduzione di questi nuovi limiti tariffari sia per navigare in rete che per telefonare, dunque, ci permetterà di risparmiare su prezzi prima troppo esorbitanti e rappresenta l’impegno della Commissione europea nel tutelare le tasche dei cittadini europei. Il risparmio potrà ancora di più aumentare anche grazie alla concorrenza; le nuove tariffe sono dei massimali di salvaguardia introdotti dalla Commissione dunque ogni gestore potrà introdurre tariffe che ritiene maggiormente appropriate”. I nuovi limiti tariffari, esclusa IVA, sono: 29 centesimi al minuto per effettuare chiamate, 8 centesimi per ricevere chiamate, 9 centesimi per inviare un sms, 70 centesimi per ogni megabyte di dati scaricato.
Proseguono, inoltre, i lavori della Sessione Plenaria di luglio (04-05/07/2012). A Strasburgo anche l’On. Patriciello per la discussione e votazione degli argomenti all’ordine del giorno. Al voto il sistema di emergenza eCall obbligatorio che introdurrà entro il 2015su tutti i veicoli dispositivi per allertare automaticamente i soccorsi in caso di incidenti stradale tramite il servizio di emergenza 112; i nuovi piani per la tutela delle risorse idriche per le quali l’Italia risulta essere in ritardo; le nuove regole sui controlli doganali volti ad aumentare l’efficacia degli stessi per prevenire l’ingresso in Europa di merci illegali o pericolose.
Verranno affrontati e votati in aula i risultati emersi dal vertice dei leader europei del 28-29 giugno, Consiglio Europeo. I Presidenti di Commissione e Consiglio relazioneranno di unione bancaria transfrontaliera e fondo di rimborso del debito.
Anche i “project bond” verranno sottoposti al voto giovedì e in particolare i deputati si esprimeranno sullo stanziamento di 230 milioni di euro in garanzie per sostenere l’emissione privata di obbligazioni di progetto per lavori infrastrutturali suddivisi in 200 milioni per il trasporto, 20 milioni per le tecnologie di comunicazione e 10 milioni per le infrastrutture energetiche. Uno schema gestito dalla Banca europea per gli investimenti e disegnato per attrarre investimenti privati.
Una seduta quella in corso a Strasburgo battezzata dalla nuova Presidenza di turno dell’UE. Cipro subentra alla Danimarca e oggi il Presidente Demetris Christofias ha presentato le priorità del proprio programma che si caratterizzerà, in sostanza, nella promozione di un’Europa più efficiente e sostenibile, basata sulla crescita e più vicina ai cittadini nonché ai paesi confinanti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©