Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Decisione ufficiale dopo incontro con vertici del movimento

Dalai Lama: credo che mi ritirerò entro sei mesi


Dalai Lama:  credo che mi ritirerò entro sei mesi
21/11/2010, 12:11

Il Dalai Lama, la guida spirituale dei religiosi tibetani e Premio Nobel per la Pace ha confermato la sua intenzione di lasciare la scena pubblica e ritirarsi in una vita da eremita. In un intervista esclusiva alla tv dell'India CNN-IBN, alla domanda rivoltagli su un suo possibile ritiro dalla scena pubblica ha risposto: "Sì, credo che mi ritirerò entro sei mesi". Il Dalai Lama ha 75 anni, e vive in esilio in India dal 1959, cinquantuno anni lontano dalla sua patria, il Dalai Lama ha spiegato che prenderà decisione definitiva solo dopo aver parlato faccia a faccia con dirigenti politici del movimento, ed ha anche dichiarato "la mia posizione è già adesso di quasi pensionato". L'attuale Dalai Lama, il quattordicesimo, dal 1600 ad oggi è Tenzin Gyatso, nato a Taktser, nell'Amdo, e risiede esiliato in India dal 1959, a causa dell'occupazione cinese, e il primo ministro indiano di quel periodo, Jawaharlal Nehru, si prodigò per garantire la sicurezza del Dalai Lama e dei suoi seguaci, religiosi e credenti del buddhismo tibetano. In India, il Dalai Lama risiede a Dharamsala, nello Stato di Himachal Pradesh, nel nord del Paese. Nella stessa zona si è stabilita anche l'amministrazione del Centro Tibetano, meglio noto come Governo tibetano in esilio. Tenzin Gyatso ha ricevuto il Premio Nobel per la pace nel 1989 per la resistenza non violenta contro la Cina. In India i rifugiati tibetani hanno costruito molti templi e s'impegnano per salvaguardare la loro cultura tibetana.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©