Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Si inverte la tendenza delle migrazioni sanitarie

Dalla Campania il nuovo farmaco anti epatite


.

Dalla Campania il nuovo farmaco anti epatite
19/09/2013, 10:50

NAPOLI – Una regione con tanti problemi, m con tanti cervelli, alcuni dei quali non hanno alcuna intenzione di scappare. E così capita che in una regione maglia nera nelle malattie epatiche, si sperimenti un nuovo farmaco miracoloso contro l’epatite di tipo C. I risultati fanno ben sperare milioni di persone che soffrono di questa patologia, e così la tendenza migratoria si inverte. Adesso chi ha necessità di curare l’epatite deve venire nella nostra regione per avere risultati certi. “Le nuove pillole - spiegano i ricercatori dei due Atenei napoletani che hanno lavorato al progetto -  combattono l'epatite C con guarigioni in dodici settimane anziché un anno. Sono più di un milione i casi di malattie epatiche registrati ogni anno in Italia, 200mila nella sola regione Campania, con una incidenza di mortalità per i tumori al fegato, il triplo rispetto alla media nazionale, dato che fa del territorio campano la maglia nera d’Italia. Ciò che emerge da questa bella prova di sanità e di ricerca è che con gli attuali farmaci si può bloccare le malattie al fegato prima che si arrivi alla cirrosi. La sperimentazione delle nuove pillole diffuse su scala internazionale, per la cura l'epatite C, è già una realtà con ottimi risultati riscontrati in appena 5 giorni dalla somministrazione del farmaco ed un drastico abbattimento degli effetti collaterali rilevati nelle cure classiche.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©