Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Uno “psicologo tascabile” sempre a disposizione

Dalla psicoterapia alla App-terapia


Dalla psicoterapia alla App-terapia
14/02/2012, 18:02

USA - Un analista tascabile? E’ lo scopo di alcuni ricercatori dell’università di Harvard. A breve avverrà il passaggio dalla psicoterapia alla App-terapia. Chi soffre di disturbi d'ansia potrà alleviarne i sintomi grazie ad un'applicazione da scaricare sul proprio cellulare. La novità terapeutica consiste in un’applicazione capace di shiftare le sensazioni sgradevoli verso situazioni piacevoli. Sul display appaiono due volti, uno con un'espressione ostile ed un altro con un’espressione neutra che restano visibili per pochi secondi. A seguito appare una lettera da identificare e il volontario preme un tasto per proseguire. L'intento e' quello di distogliere lo sguardo dal volto ostile. Secondo i ricercatori, infatti, in questo modo si possono 'addestrare' gli occhi e le aree frontali del cervello a guardare altrove, rispetto alle fonti che generano ansia. Da uno studio condotto su 338 volontari è emerso un risultato sorprendente. Dopo una sessione completa di questo esercizio che dura 30 minuti per due volte alla settimana, per 4-6 settimane, gli scienziati hanno affermato di aver ottenuto miglioramenti paragonabili a quelli di una psicoterapia tradizionale. L’efficacia è avvalorata dalla possibilità di avere uno “psicologo tascabile” sempre a disposizione.

Commenta Stampa
di Marina Ciaravolo
Riproduzione riservata ©